Autore

  • Milano-Venezia-Slow

Condividi

MI-VE - Tappa 14 a piedi (18/09/12) - Da Lova a Borbiago di Mira - 22,4 km

mar 18 Set 2012

Oggi ci accompagnano tante belle persone, che sono prima di tutto persone piene di passione civile, e poi rappresentanti di associazioni. Ma sono persone, per cui ecco i loro nomi: Lisa, Alessandra, Cleanto, Paola, Fabrizio, Vania, Sonia, e le associazioni sono Comitato Opzione Zero, Legambiente Riviera del Brenta, Movimento Mira2030.
E sono canali, argini, chiesette medievali... e poi interviste con le televisoni, che si sono accorte di noi (oggi Rai 3 e Tele Veneto).

Ma oggi mi sono dedicato a un testo da consegnare al nostro arrivo. Eccolo:

Quali contributi può dare il camminare alla Conferenza Internazionale sulla Decrescita?
Quali contributi può dare il camminare al reincanto del mondo?

Nell’augurarci che dalla Conferenza esca un documento condiviso, un Manifesto che sintetizzi i valori ispiratori di un nuovo stile di vita, proponiamo e chiediamo che chi sta lavorando per le linee guida per una decrescita felice inserisca il camminare tra questi valori, perché crediamo che il camminare sia un elemento di ricchezza per tutti.
Senza il camminare un manifesto di valori sarebbe più povero.
Ecco perché:
- in cammino si impara a dividere le risorse, anche se scarse, con generosità
- in cammino si valorizza la convivialità e la condivisione
- in cammino si impara l’ascolto profondo
- in cammino siamo organismo vivente, siamo gruppo e comunità solidale
- in cammino si impara a non avere gerarchie
- il camminare riduce il tasso di aggressività dell’uomo
- il camminatore rispetta il prossimo ma sa che le risorse sono di tutti, per cui non tutto può essere privatizzato (la Terra è di chi ci cammina)
- chi cammina impara la sobrietà: cammino e sobrietà sono quasi sinonimi
- il camminatore cerca il lato positivo e costruttivo delle cose
- il camminare muove arte, apre i sensi, pensieri positivi e magia, i latini dicevano “solvitur ambulando”
- camminare è un atto in sé, utile per imparare a rallentare.

Questo è solo un inizio di riflessione, ci sono altri camminatori in questo momento che stanno riflettendo su un manifesto condiviso dei cammini civili, costruiremo senz’altro un documento più completo e condiviso nei prossimi mesi, valorizzando il camminare in tutti i suoi modi possibili, dal cammino civile al cammino spirituale, dal cammino con gli asini al cammino conviviale.

Per il movimento dei camminatori
I camminatori del Milano Venezia Slow
Luca Gianotti (Compagnia dei Cammini)
Massimo Montanari (Compagnia dei Cammini)
Claudio Jaccarino (pittore)
Maria Grazia Dal Pra'
Erica Alberti
Eugenia Dallaglio
Fabio Di Donato
Vincenzo Fancinelli
Raffaella Spadola
Giancarlo Cotta Ramusino
Lucia Coszach
Anna Antonioli

e, tra quelli che ci hanno accompagnato ieri,
Lisa Causin
Maurizio Savioli
Alessandra Ballan
Cleanto Donadel
Paola D’Avanzo
Mattia Donadel
Fabrizio Destro
Luciana Brinis
Francesco Bertocco
Teresa Bertocco
Andrea Bortolati
del Comitato Opzione Zero, Legambiente Riviera del Brenta e Piove di Sacco, Movimento Mira2030

La cena e l'ospitalità per la notte sono al bed and breakfast Hobo la cena è preparata da andro della nostra ospite Valentina, cena vegetariana, un cuoco appassionato, sapori speciali, davvero grazie!

Lukas Deepwalker (aka Luca Gianotti)


Altre foto di questa tappa nel nostro album facebook del giorno

Ritrovateci anche su Facebook!

Sommario del diario

Mappa

Risorse nelle vicinanze...loading

Altre pagine di diario